Seguici su

Draft NFL

NFL Draft 2018: le scelte della prima notte

Tante sorprese e poche certezze nei primi sette round

  • 5’ di lettura

La notte del Draft è arrivata, anche quest’anno ci sono stati innumerevoli colpi di scena, che hanno fatto saltare tutti i mock draft già alla quarta chiamata.

La cronaca della serata si apre con i soliti fischi per Roger Goodell, poi la cerimonia è iniziata come previsto, con la prima chiamata assoluta dei Cleveland Browns che selezionano Baker Mayfield, quarterback da Oklahoma.

Baker Mayfield, Numero 1

Poco dopo i Browns sorprendono tutti prendendo il CB Denzel Ward, facendo saltare i mock di mezzo mondo.

In mezzo alle due scelte dei Browns, scelgono le due squadre di New York. I Giants prendono il fenomenale Saquon Barkley, mentre i Jets chiamano il QB Sam Darnold, nuovo volto della franchigia (poco felice della sua squadra).

I Broncos alla quinta decidono di investire sulla pass rush affiancando a Von Miller Bradley Chubb da NC State, Mentre Quenton Nelson andrà a proteggere la spalla dolorante di Andrew Luck.

Da qui in poi i colpi di scena saranno tantissimi e alcuni giocatori scivoleranno improvvisamente verso il basso…

Trade dei Bills e dei Cardinals

Se alcune squadre salgono per scegliere il futuro franchise QB, Buffalo sale aggressivamente per prendere Josh Allen, mentre alla decima i Cardinals operano una trade con i Raiders per prendere Josh Rosen.

Grossa sorpresa i 49ers, che alla 9 decidono di prendere l’OT Mike McGlinchey per proteggere Garoppolo (mossa sorprendente, ma piena di senso). Scelte solide di Chicago e Miami, che prendono rispettivamente Roquan Smith e Minkah Fitzpatrick.

Bucs e Redskins si sono innamorati di uomini di sostanza, prendendo Vita Vea e Da’Ron Payne: quest’ultimo ritroverà l’ex compagno di squadra di Alabama Jonathan Allen.

Sorpresa e delusione per i Saints

A questo punto sono i Saints che decidono di sorprendere tutti con una super trade dalla 27 scambiando ben 2 primi giri con i Packers per prendere il pass rusher Marcus Davenport.

I grandi decaduti del Draft sono stati Tremaine Edmunds e Derwin James e ad approfittarne sono stati i Bills (seconda trade-up consecutiva per loro) e i Los Angeles Chargers, che finalmente risolvono il rebus del Safety.

La scelta più strana della serata la fanno i Raiders, che con una difesa colabrodo selezionano l’OT Kolton Miller, originariamente dato al secondo giro.

Le trade non si fermano e protagonisti sono di nuovo Packers e Ravens: Green Bay sale e seleziona il CB Jaire Alexander, mentre Baltimore accumula pick operando una nuova trade down.

È il turno degli Uomini di Linea

Alla scelta numero 19 toccava ai padroni di casa scegliere: i Cowboys rinforzano il reparto LB con Leighton Vander-Esch. Dalla scelta 20 è il turno degli OL, soprattutto centri con Detroit e Cincinnati che rinforzano le loro linee offensive.

Anche i Patriots vanno a rinforzare la Linea d’attacco, bisognosa di rinforzi dopo l’addio di Solder con la scelta di Wynn. Prima di loro, i Titans hanno preso il LB di Alabama Rashaan Evans.

Tocca poi ai WR: i primi sono i Panthers con la scelta di DJ Moore; i Ravens prendono il TE Hayden Hurts; infine Calvin Ridley si accasa ad Atlanta. Sorprendono i Seahawks che selezionano il RB Rashad Penny, giocatore dato al terzo-quarto giro nella board di tutti gli esperti.

Shazier regala emozioni

Momento emozionante per la scelta degli Steelers, introdotta da un Ryan Shazier che fa fatica a camminare. Il LB presenta il nuovo S di Pittsburgh, Terrell Edmunds di Virginia Tech.

Strane le scelte di Jacksonville e Minnesota: i primi prendono il DT Taven Bryan (probabilmente hanno preso il migliore disponibile), mentre i Vikings selezionano Mike Hughes, un CB. I Patriots spiazzano il mondo prendendo il RB Sony Michel.

Il finale del Draft è da panico: Baltimore rientra nel primo giro e seleziona il QB Lamar Jackson, Heisman Trophy 2016. Il futuro di Flacco sembra abbastanza grigio.

È stata una nottata davvero incredibile! Tra colpi di scena e pick entusiasmanti il Draft 2018 ci ha regalato davvero tante emozioni.

1 Commento

1 Commento

  1. angelo

    27 aprile 2018 at 1:31 PM

    “La scelta più strana della serata la fanno i Raiders, che con una difesa colabrodo selezionano l’OT Kolton Miller”,e se il buongiorno si vede dal mattino,allora è già notte fonda !!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più Draft NFL