Seguici su

NEWS NFL

Bufera sul Game Pass

  • 3’ di lettura

È con un rimborso che NFL Game Pass Europe cerca di porre rimedio alla spiacevole vicenda legata al malfunzionamento della sua nuova app. Tramite mail gli abbonati al servizio hanno ricevuto la promessa di un risarcimento del 20% sulla loro sottoscrizione annuale.

Il rimborso avverrà in automatico verso tutti gli iscritti (non solo dunque a chi ha incontrato problemi) e verrà portato a termine nel giro di un mese.

La decisione è stata presa dopo le mille difficoltà spuntate fuori durante il Sunday Night Football, quando numerosi utenti non hanno avuto la possibilità di accedere allo streaming live della partita in programma. Arrivati alla nona settimana di fila (compresa la pre-season) in cui si sono riscontrati imprevisti indesiderati, la NFL non ha potuto far altro che propendere per gli indennizzi sopracitati.

L’app incriminata sta avendo problemi da questa estate, quando Deltatre ne ha preso il controllo e ne ha rilasciato una nuova versione, (riservata all’Europa).

Deltatre è una società di Torino specializzata nelle statistiche e nella grafica per lo sport con circa 60 milioni di euro di ricavi, appartenente alla compagnia statunitense Bruin Sports Capital. Con il suo arrivo l’app è stata privata di alcune delle sue migliori caratteristiche, come quella di poter scaricare match “condensati” sul proprio iPad o iPhone.

Facendo buon viso a cattivo gioco gli utenti si sono allora concentrati sulle sue funzionalità di base, specialmente sullo streaming live in HD, sulle partite condensate in 40 minuti e sull’acclamata RedZone, inciampando però in errori e problemi tecnici che ne hanno impedito la visione.

Come se non bastasse, Deltatre è stata autrice di una strategia che ha scatenato grande clamore. Per contrastare l’alto numero di recensioni negative fatte all’app sul Play Store e sull’App store, l’International Markets Managing Director Stefano Rigat, attraverso una mail, ha chiesto ai suoi dipendenti di scaricare l’applicazione, valutarla 5 stelle e lasciarvi un commento positivo.

Vicenda questa scoperta dal quotidiano britannico The Independent che ha provocato l’indignazione della NFL stessa, rimasta davvero delusa da tale comportamento secondo le parole del vicepresidente esecutivo Mike Waller. Deltatre ha dovuto ovviamente fare ammenda, promettendo che la cosa non ricapiterà e che le recensioni fake verranno rimosse.

Del caso se ne sta occupando anche il CMA (Competition and Markets Authority), dipartimento governativo con sede nel Regno Unito che cerca di prevenire e ridurre le attività anti-competitive delle aziende.

I fan europei abbonati al Game Pass saranno felici per il risarcimento, ma è anche indubbio che il loro desiderio primario sia quello di poter godere dello sport che amano senza dover ogni volta incorrere in contrattempi irritanti, sperando dunque in un solido miglioramento del servizio una volta per tutte.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più NEWS NFL