Seguici su

Houston Texans

Watson, mamma mia che fenomeno!

  • 3’ di lettura

All’inizio della stagione tutti vedevano Houston come una squadra con una forte identità difensiva, ma con il Rookie Deshaun Watson alla guida dell’attacco, i Texans si sono trasformati in una squadra elettrizzante, vincente e spettacolare, capace di segnare più di 30 punti nelle ultime quattro partite, cosa mai successa nella storia della franchigia.

La svolta è arrivata quando si è scelto di promuovere Watson come Quarterback titolare. Il Rookie era ritenuto acerbo per giocare tra i Pro, una volta sceso in campo si è abituato rapidamente al gioco, diventando un fattore sia con il suo braccio che con le sue corse. Il prodotto di Clemson sta costruendo un’ottima chimica con i suoi target, su tutti Deandre Hopkins, Will Fuller ed il Running Back Lamar Miller.

Proprio Miller è uno dei maggiori beneficiari dell’avvento di Watson, il RB non è più costretto come lo scorso anno a caricarsi il team sulle spalle toccando il pallone quasi 30 volte, così giocando meno snap riesce ad essere sempre fresco nei decisivi finali di gara, senza nulla togliere anche all’arrivo di un altro Rookie con il quale divide le portate, D’onta Foreman.

Watson in cabina di regia (Jeremy Brevard)

Veniamo ora ai target a disposizione di Watson, Hopkins è un fenomeno che non ha bisogno di presentazioni, al suo fianco troviamo Will Fuller, velocissimo Wide Receiver che dopo aver saltato l’inizio di stagione è tornato più pericoloso che mai per le secondarie avversarie. Miller, Griffin ed il Rookie Thompson quando chiamati in causa hanno risposto presenti, ritagliandosi lo spazio per contribuire con le loro qualità fisiche ed atletiche.

Il reparto maggiormente sotto esame era senza dubbio la linea offensiva, il forte Left Tackle Duane Brown sta scioperando per ottenere un nuovo contratto, così tocca all’ex Broncos Chris Clark proteggere il lato cieco di Watson con risultati altalenanti, sul lato destro invece l’ex Jets e Seahawks Giacomini è un ottimo bloccatore sulle corse, ma ha qualche incertezza in Pass protection, come dimostrano i 14 Sack subiti da Watson. All’interno troviamo Su’a Filo ed Allen, due giovani Guardie con ampi margini di miglioramento. Il Centro è sicuramente il punto forte di questa linea, Nick Martin sta rapidamente diventando uno dei migliori dell’intera Lega, sia in pass protection che in run blocking. Il futuro è qui per Houston, fino a quando la mobilità di Desahun Watson riuscirà a nascondere qualche fragilità nella linea d’attacco i Texans saranno una squadra da temere per tutte le difese della Lega.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 − 8 =

Di più Houston Texans