Seguici su

Houston Texans

Shock a Houston, Watson si è rotto il crociato

  • 2’ di lettura

Il QB Deshaun Watson si è strappato il LCA in allenamento, fuori per il resto della stagione

Il destino certe volte sa essere molto cattivo e il filo che lega gioia e tristezza è davvero troppo sottile. Solo 24 ore fa la città di Houston festeggiava il titolo vinto nel Baseball dagli Houston Astros, il primo  della loro storia dopo un’intensa battaglia con i favoriti Dodgers, una gioia interrotta da una notizia sconvolgente.

Durante gli allenamenti degli Houston Texans, il giovane QB Deshaun Watson, per provare una read option è caduto da solo. Da “solo” si fa per dire perchè il rookie si è rotto il legamento crociato del ginocchio nel movimento e questo gli costerà il resto della stagione. Un destino amaro e ancora più beffardo perchè Deshaun era stato premiato come rookie offensivo del mese solo qualche ora prima.

Deshaun era stato un vincente già al college nei Clemson Tigers, con il successo all’ultimo respiro contro i favoritissimi Alabama Crimson Tide. In NFL ci ha messo poco ad esplodere: 1699 yards lanciate, 19 TD (Leader della Lega) più altre 269 yards corse e 3 TD.

Watson ha giocato una super partita contro un certo Tom Brady (è servito un drive magico del più vincente della storia per batterlo) e a Seattle si è guadagnato il rispetto dal CB più aggressivo degli ultimi anni, Richard Sherman, che ha espresso parole di grande stima. Per i Texans una stagione stregata, prima l’infortunio che ha fermato il simbolo della franchigia (JJ Watt) poi quello all’altro pass rusher Mercilus e ora lo stop del futuro simbolo della franchigia.

Per Watson sono arrivati auguri da tutti: Odell Beckham (anch’egli infortunato), JJ Watt, Russell WilsonTeddy Bridgewater (che ha avuto un periodo molto buio nella sua carriera e dovrebbe rientrare tra qualche giornata), Jaelen Ramsey e anche “Sua Maestà” LeBron James.

 

Un Destino beffardo per Watson, che aveva portato i Texans ad essere il miglior attacco della Lega per punti fatti, ma i grandi campioni cadono e poi si rialzano. Ci rivediamo presto, Campione!

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + diciotto =

Di più Houston Texans