Seguici su

New Orleans Saints

Ingram esulta sotto la curva avversaria, ma i tifosi lo abbracciano

  • 2’ di lettura

Anche questo è il bello dalla Nfl, Ingram è andato sotto la curva avversaria dopo il touchdown e tutti quanti lo hanno festeggiato

Tra le stravaganti esultanze che settimanalmente gli atleti della NFL ci stanno regalando, non è passata di certo inosservata quella di Mark Ingram, running back dei Saints.

New Orleans era ospite dei Buffalo Bills al New Era Field e hanno dominato i propri avversari per 47 a 10. MVP dell’incontro è stato proprio lui, Mark Ingram, autore di ben tre touchdown. Il piacevole episodio che lo vede protagonista risale al primo quarto, quando il running back mette a segno la sua prima segnatura su corsa portando il punteggio sul 7 a 3.

Advertisement

Vedendo tra la folla accorsa allo stadio un piccolo supporter dei Saints, vestito di tutto punto con la maglia della franchigia in mezzo ai tifosi Bills, Ingram ha voluto omaggiarlo andandosi a sedere sulla balaustra proprio davanti a lui per una foto speciale. Ciò che non si aspettava però è stato il calore dei tifosi di Buffalo, che divertiti da quanto stava accadendo lo hanno riempito di abbracci e pacche amichevoli.

Un momento in cui i valori sportivi di rispetto e unione hanno decisamente brillato.

Certo è che la mela marcia è possibile trovarla in ogni contesto, e la Bills Mafia (nome dato alla tifoseria di Buffalo) non fa eccezione. Tra la festa generale di quegli attimi infatti è volata della birra (proveniente da un sostenitore rivale) in direzione di Ingram.

Advertisement

 

Fortunatamente il running back ha reagito in maniera più che positiva: “Mi sono goduto la sua birra e lui è stato costretto a comprarsene un’altra” la dichiarazione nel post partita, aggiungendo che il suo casco ha odorato di birra fino alla fine del primo quarto. Un grande esempio di maturità quello del vincitore dell’Heisman Trophy 2009. Noi vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno proprio come Ingram, sperando in futuro di poter assistere ad altri episodi di fratellanza del genere.

Magari senza veder volare via birre decisamente poco economiche.

Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più New Orleans Saints