Seguici su

Green Bay Packers

La firma di Bennett diventa un caso

Tagliato da Green Bay per problemi fisici e firmato subito dai Patriots

  • 4’ di lettura

Comprato appena lo scorso Marzo dai Packers, (con un contratto da 21 milioni di dollari in tre anni più un “signing bonus” di 6,3 milioni), è stato tagliato improvvisamente lo scorso 8 Novembre dopo soli pochi mesi. Il motivo? Mancata divulgazione di un problema fisico allo staff medico.

Bennett in maglia Packers (AP)

Bennett in questa prima parte di campionato è stato fermato da un problema alla spalla, a tal punto da dichiarare di volersi ritirare a fine stagione. Ed è stato proprio questo forse a far scattare la strategia dei Packers. La società del Wisconsin lo ha accusato di non aver rivelato quale fosse davvero il suo stato di salute al momento della firma, potendo così esercitare il diritto di svincolo e proseguire per vie legali in modo da recuperare i soldi perduti. Si parla dell’intero signing bonus o di una parte del contratto da 21 milioni.

Il trentenne tight end, fortemente risentito da quanto è accaduto, non ha certo evitato di farsi sentire.

Sulle stories del suo profilo ufficiale Instagram grande è stata la critica nei confronti di Green Bay e in particolare del dottore Pat McKenzie. Bennett afferma che prima di firmare aveva superato tutti i test medici, e che la condizione della sua spalla fosse nata solamente nel corso della stagione. Dopo aver eseguito più controlli l’atleta aveva deciso di ricorrere all’operazione, ma il dottor McKenzie voleva spronarlo a giocare ugualmente. Preoccupato dalla situazione Bennett ha chiesto allora il parere di altri medici, ricevendo sempre la stessa risposta: intervento chirurgico necessario. Il giocatore dunque ha deciso di procedere il tal senso, provocando come reazione quella del taglio.

Bennett è sceso in campo contro i Broncos (Nancy Lane/AP)

Chi dice la verità? Forse non lo sapremo mai.

Intanto la tensione si taglia a fette, complice il rientro di Bennett tra le fila dei New England Patriots il giorno dopo il rilascio.

Nella scorsa stagione il tight end aveva contribuito con sette touchdown a portare la squadra di Boston ai play-off, vincendo poi il Super Bowl LI nell’incredibile notte del 5 Febbraio 2017. Coach Belichick e il quarterback Tom Brady sono rimasti soddisfatti dal suo ritorno, insieme allo stesso Bennett che ha ritrovato un ambiente in cui si sente a casa.

Appena arrivato l’atleta è subito sceso in campo nella vittoria per 41 a 16 contro i Denver Broncos, realizzando tre ricezioni per 38 yards corse. Tutto ciò non ha fatto altro che aumentare lo scetticismo del mondo NFL, scatenando inoltre l’ilarità del web. Sui social in molti hanno gridato ironicamente al miracolo: come è possibile che Bennett stia già giocando quando fino a poco prima era fermo per infortunio?

Lo spogliatoio dei Packers si è fatto una sonora risata a riguardo secondo le parole di Clay Matthews. Inoltre il linebacker ha affermato che quanto accaduto galvanizzerà i giocatori, creando ancor più unione. Perchè? Perchè ha dimostrato chi c’è davvero…e chi no.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 8 =

Di più Green Bay Packers