Seguici su

NEWS NFL

Inflazione alle stelle per le pubblicità del Super Bowl

La partita dell'anno fa parlare di se anche per le pubblicità

  • 3’ di lettura

Il Super Bowl, si sa, è l’evento sportivo annuale più seguito al mondo, considerando che solo negli USA più di un terzo della popolazione (114 milioni) si è connessa, lo scorso 5 febbraio, sui canali Fox per guardare il match tra Patriots e Falcons.

Per questo motivo, molteplici brand di livello mondiale hanno deciso, negli ultimi anni, di puntare enormi risorse economiche sulla possibilità di avere 30 secondi a disposizione, per mettere in mostra i propri prodotti o servizi.

L’anno scorso, Fox è arrivata a chiedere ben 5 milioni di Dollari per quel limitatissimo lasso di tempo, ma pare che questo 4 febbraio, quando le migliori squadre delle due Conference si affronteranno per decretare il vincitore assoluto, il pubblico internazionale potrà godere di spot costati ancora più cari.

Richard Deitsch, di Sports Illustrated, ha infatti riportato come un dirigente di NBC Sports abbia affermato che la media del prezzo pagato dalle varie aziende supererà anche la soglia raggiunta nella passata stagione: da Hyundai a Coca Cola, da Doritos a Budweiser, da Groupon a M&M’s, la competizione per accaparrarsi uno spazio nel “Big Game” si fa sempre più ardua.

Una sfida a parte è quella affrontata dalle case di produzione cinematografica, che devono promuovere i propri capolavori in pochissimo tempo e lasciare nello spettatore un’implacabile voglia di vedere i loro film: lo scorso anno Paramount aveva sbancato con Ghost in the Shell (starring Scarlett Johansson) e con la loro interpretazione di Baywatch (con il protagonista di High School Musical Zac Efron e The Rock), mentre Universal si era concentrata per lo più sull’ottavo capitolo dell’eterno Fast & Furious.

Sono proprio questi i due giganti del settore che hanno confermato la loro presenza anche nella cinquantaduesima edizione del Super Bowl, mentre ancora non giungono notizie da Disney, che, però, potrebbe sorprendere tutti con il nuovo “Gli Incredibili”, in uscita il 15 giugno, che grandi e piccini hanno atteso per anni.

Grafico con l’incremento dei costi pubblicitari

In quest’epoca di globalizzazione e ripresa economica, dunque, non ci dobbiamo sorprendere che anche gli eventi sportivi divengano un pretesto per creare profitti e migliorare la propria immagine; tuttavia, resta strabiliante il fatto che il valore commerciale del Super Bowl sia incrementato così tanto negli ultimi anni e soprattutto vengono i brividi a pensare al margine di crescita che ancora possiede!

Di questo passo, fra qualche anno nasceranno vere e proprie guerre sia tra le compagnie di broadcasting sia tra quelle decise ad investire sugli ads per sfruttare il range dell’evento più atteso dell’anno.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × uno =

Di più NEWS NFL