Seguici su

Draft NFL

La Strada verso il Draft: Minkah Fitzpatrick

Alla scoperta di Fitzpatrick, un mix tra genio e sregolatezza

  • 3’ di lettura

Il viaggio alla scoperta dei migliori talenti del Draft vi presenta Minkah Fitzpatrick: genio e sregolatezza

• Ruolo: S
• College: Alabama
• Altezza: 1.85 m
• Peso: 91 Kg
• Statistiche: 171 placcaggi, 5 Sacks e 9 intercetti.

Minkah Fitzpatrick si presenta a questo Draft come uno dei giocatori più geniali della classe, non solo tra i difensori, ma dell’intero Draft 2018.

Nei 3 anni ad Alabama, sotto la cura di Coach Saban, Minkah è diventato il leader della difesa più forte del college ed è riuscito a vincere ben 2 titoli. Dei 9 intercetti, ben 6 sono arrivati nel secondo anno e addirittura 4 sono stati riportati in TD.

Punti di Forza:

Dal punto di vista fisico Minkah non ha alcun problema, è abbastanza alto per il ruolo, è veloce ed ha un eccellente atletismo. La qualità migliore di Fitzpatrick è la sua incredibile versatilità.

Alcuni analisti lo hanno paragonato a LaMarcus Joyner che in NFL gioca ovunque nella secondaria dei Rams, Minkah condivide la versatilità, ma non l’altezza visto che è molto più alto del difensore dei Rams. Fitzpatrick può giocare sia CB, sia S (Free o Strong non fa differenza per lui) ed anche LB in formazioni a 6 DB (Dime).

La tecnica di placcaggio è notevole, inoltre riesce a blitzare con grande facilità. Come si nota dalle statistiche è un falco della palla, quando è in campo tiene sempre gli occhi fissi sulla palla per cercare di intercettarla e una volta palla in mano è pericolosissimo come dimostrano le 274 yards ritornate dagli intercetti.

Fitzpatrick secondo compagni del college è uno che vive a pane e football, infatti quando non è agli allenamenti sta studiando in sala film oppure è in palestra per allenarsi per conto suo, tale qualità sarà molto apprezzata da qualsiasi coach NFL.

Punti Deboli:

A dire la verità ne ha veramente pochi. Qualcuno dice che la sua versatilità sia anche un problema perchè non ha un ruolo fisso (un pò stile Peppers lo scorso anno), ma nella NFL la versatilità viene vista come una qualità quindi dubitiamo che possa farlo scendere di posizioni al Draft.

A volte può essere un pò frettoloso e mancare il placcaggio, ma è un aspetto migliorabile con l’esperienza. Forse l’unica cosa che un po’ gli manca è l’esplosività, ma compensa con le braccia lunghe.

Pronostici sulla chiamata:

Le capacità di Fitzpatrick sono chiaramente da top 10 al Draft. Nei primi 5 difficilmente troverà spazio, ma dalla chiamata numero 6 in poi ogni scelta può essere la volta buona.

I Tampa Bay Buccaneers hanno una voragine in difesa e hanno assolutamente bisogno di un leader che giochi CB o S, Fitzpatrick sembra l’uomo perfetto per loro.

Anche i Bears nella scelta successiva potrebbero selezionarlo. Difficilmente Minkah andrà fuori dalla Top 10, visto che alla chiamata numero 9 ci sono i Niners bisognosi di rinforzare la secondaria. Dovesse uscire fuori dalla Top 10 (sarebbe strano oggettivamente), Packers e Redskins farebbero faville per averlo.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più Draft NFL