Seguici su

NEWS NFL

Colin Kaepernick è il nuovo volto della campagna Nike

Una pubblicità che farà discutere: il marchio ha scelto l’ex quarterback dei 49ers come simbolo del trentennale del suo slogan “Just do it”

  • 2’ di lettura

Colin Kaepernick è il nuovo volto della campagna Nike per il trentennale del suo storico slogan “Just do it”.

Un foto in bianco e nero. Un aforisma ricco di significato. Nella semplicità il caos. Si presenta così l’immagine della campagna del brand americano che vede protagonista l’ex QB dei 49ers.

Svelata giusto qualche giorno prima l’inizio della stagione NFL 2018, mostra un ritratto di Kaepernick con lo slogan: “Credi in qualcosa, anche se significa sacrificare tutto”, il senso racchiuso nella storia di Kaep, che ormai da due stagioni è fermo per aver protestato contro il sistema.

L’ex quarterback dei San Francisco 49ers è senza contratto da ben due stagioni dopo essersi inginocchiato durante l’inno nazionale americano.

“Crediamo che Colin sia uno degli atleti che ispirano di più questa generazione, ha rafforzato il potere dello sport nell’aiutare il mondo a progredire”, ha spiegato Gino Fisanotti, vicepresidente Nike per il Nord America.

La Nike in questi due anni di polemiche ha mantenuto (contro ogni pronostico) il contratto di Kaepernick, firmato nel 2011.

Un gesto simbolico. Una battaglia contro le forze di polizia e il pregiudizio razziale. Dall’intervento del presidente Trump, che ottenne il suo allontanamento dai campi, fino alla causa per collusione contro la NFL.

Colin combatte e si allena sperando di poter tornare a calcare qui prati che tanto gli hanno dato e tanto gli hanno tolto. Su un aspetto però sono tutti d’accordo: per capacità, qualità e leadership il nativo di Milwaukee meriterebbe una seconda chance.

Kaepernick inizia la protesta (AP)

Basti pensare alle sue folgoranti galoppate, al record di yards corse (181) da un quarterback in una partita. O alla rimonta sui Falcons nel 2012 che riportò i 49ers a giocare il Super Bowl dal 1994.

La scelta numero 36 del 2011, nei pochi anni disputati, ha dimostrato pianamente di meritarsi una maglia. Titolare o riserva, questo adesso non importa. Nel panorama NFL attuale ci sono QB decisamente inferiori a Kaepernick…

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più NEWS NFL