Seguici su

New York Jets

New York Jets, sta per iniziare l’era Darnold

I New York Jets rinasceranno sotto la guida del giovanissimo esordiente Sam Darnold?

  • 5’ di lettura

Probabilmente, parlando di New York Jets, la frase “un nuovo inizio” risulta un tantino abusata, visto che è da qualche anno che i bianco-verdi inseguono la quadratura di un cerchio che, si sa, nella Grande Mela è sempre più difficile che altrove.

Eppure, all’inizio della stagione 2018, ancora una volta il “nuovo inizio” è quello che tutti i tifosi dei Jets si augurano. Anche perché, questa volta, c’è un nome e cognome ben preciso a sorreggere le speranze con le sue larghe spalle: Sam Darnold.

Darnold al Draft (AP)

Un giovane di belle speranze

Il quarterback terza scelta assoluta dell’ultimo Draft era sembrato da subito, a detta di quasi tutti gli analisti, il profilo più solido tra quelli emersi in un’annata particolarmente ricca di ottimi prospetti nel ruolo più decisivo del football americano.

Ora che la stagione sta per iniziare, una prima conferma arriva dal fatto che Darnold sarà probabilmente l’unico, di tutti questi prospetti, a partire titolare nel primo match che conta sul serio dopo la lunga Preseason.

Chiaramente non si possono pretendere subito miracoli, non da un rookie, e meno che mai se inserito in un sistema che ha vivacchiato, negli ultimi anni, grazie a una difesa puntellata a suon di buone chiamate al Draft e con un paio di stagioni di grazia di QB veterani e giramondo come Fitzpatrick e McCown.

Nessuno si aspetta il Superbowl quest’anno, insomma, ma che possa essere davvero il “buon inizio” sul quale costruire il prossimo futuro, questo sì.

Anche uscendo da New Jork e allargando lo sguardo all’intera lega, la fucina della Green Gang è davvero uno degli spunti più interessanti da tenere d’occhio in questa stagione, per il prestigio della piazza, perché i Playoff mancano dal 2011, perché un rookie pieno di talento è sempre una fonte di curiosità e aspettative e perché Todd Bowles, con un materiale non eccelso, ha dimostrato di sapere il fatto suo dando un’impronta di gioco sensata alla compagine newyorkese.

L’obiettivo Postseason non è semplice, e ben pochi danno qualche chance ai Jets di arrivarci. Quasi tutti, però, reputano interessante il progetto e soprattutto, come detto, sospettano che se Darnold riesce a non farsi schiacciare dalla pressione di New York (forse il problema principale, ancor più di quello che succede in campo) potrebbero davvero aprirsi prospettive interessanti per il futuro.

Darnold in azione(Dave Pokress)

Ingredienti interessanti

Gli ingredienti di contorno ci sono, perché la difesa è cresciuta molto e, nonostante l’addio di Muhammad Wilkerson (quello di Darrelle Revis vale più per il significato che non per l’effettivo apporto che avrebbe potuto ormai dare il cornerback) può contare su un mix di gioventù ed esperienza interessante e su giocatori come il safety Jamal Adams che tanto bene ha fatto nel suo anno da rookie.

Sulla carta non mancano anche i bersagli per il braccio di Darnold, da Anderson, esponenzialmente cresciuto nella seconda parte dell’ultima stagione, al poliedrico Pryor, mai del tutto convincente, ma capace di una stagione (2016, a Cleveland) da oltre mille yards, passando per Jermaine Kearse e per quel Quincy Enunwa un po’ dimenticato nei discorsi estivi per via dell’infortunio che lo ha tenuto fermo per tutto il 2017, ma che, a ben vedere, prima di allora aveva vissuto un’ottima stagione da 857 yards, dimostrando grandi segnali di crescita.

Tutto da decifrare il running game, con diversi nomi potenzialmente interessanti, per diversi motivi, ma nessuno capace di andare oltre le 1000 yard in almeno una delle 12 stagioni NFL messe insieme da Crowell, McGuire e Powell (Crowell le ha accarezzate nel 2016, quando ne ha corse 952), a cui si aggiunge il rookie Cannon.

Poi, come sempre, sarà il campo a emettere il suo giudizio, ma sicuramente, quella che sta per iniziare, per i New Jork Jets non è una stagione come le altre, almeno a livello di aspettative.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × tre =

Di più New York Jets