Seguici su

Mercato NFL

Free Agency 2019: promossi e bocciati del mercato NFL

Il bilancio del mercato NFL 2019: il meglio e il peggio di questa Free Agency

  • 3’ di lettura

Mercato NFL, è ora di tirare le somme. Dal passaggio di OBJ ai Browns, all’arrivo di Le’Veon Bell ai Jets. Quali sono state le squadre che si sono mosse meglio? E quelle peggio? Ecco Il nostro personale bilancio: 

Promossi  📈

1) Cleveland Browns – In Ohio si respira un’aria tutta nuova. I Browns possono finalmente tornare ai vertici della Lega. Il mercato ha infatti portato a Cleveland la stella Odell Beckham Jr, il DE Sheldon Richardson e il LB, sempre dai Giants, Oliver Vernon. Con gli Steelers che hanno salutato Bell e Brown, e i Ravens che hanno smantellato mezza difesa, i favoriti nella AFC North sono proprio i Browns 

2) New York Jets  Se la parte blu della grande mela sprofonda, quella verde non può che sorridere. Grandi protagonisti di questo mercato sono infatti proprio i Jets, che si sono assicurati le prestazioni di Le’Veon Bell, Kelechi Osemele, Jamison Crowder e C.J. Mosley. I Jets hanno messo su una difesa niente male!

3) Green Bay Packers  Altra rivelazione di questi giorni sono i Packers. Alla corte di Re Rodgers sono arrivati il LB Za’Darius Smith, Preston Smith, il S Adrian Amos e Billy Turner. Green Bay, che dovrà riscattare la passata stagione, ne esce rinforzata. Unico neo? Probabilmente l’eccessivo costo: 183 milioni complessivi per i 4 contratti.

 

Bocciati 📉

1)  New York Giants – La Franchigia della Grande Mela ha perso giocatori assolutamente insostituibili come Odell Beckham, Landon Collins e Olivier Vernon. Quest’ultimo è partito per Cleveland in cambio della guardia Kevin Zeitler. New York sarà costretta a ripartire da Barkley e da due fondamentali primi giri (uno arrivato proprio dall’operazione OBJ). 

2) Miami Dolphins – Avevano annunciato di voler ripartire con questa Free Agency, ma guardando le operazioni non sembra proprio. Le due firme sono stati due ex Patriots: il TE Dwayne Allen e il CB Eric Rowe. Due giocatori decisamente modesti. Sono stati persi ben 3 veterani: Frank Gore, Danny Amendola e la bandiera dei Dolphins Cameron Wake. Una Miami a pezzi che dovrà puntare tutto sul Draft.

3) Indianapolis Colts – L’ultima grande delusione di questa Free Agency sono stati i Colts. La squadra di Luck veniva da un grande anno, un team pieno di giovani talenti e ben 100 milioni di cap space. Risultato? Firmato Devin Funchess con annuale da 13 milioni e rinnovati il CB Desir e il DE Hunt. Praticamente un Indianapolis totalmente immobile, sperando di non rimanerci anche a settembre.

3 Commenti

3 Comments

  1. Davide

    14 Marzo 2019 at 3:53 PM

    Assolutamente d’accordo, soprattutto per il giudizio sui Colts. Incredibile il loro atteggiamento con tutto quel cap space, se la stagione non dovesse andare molto bene penso che qualcuno a Indianapolis potrebbe arrabbiarsi parecchio.

    • Davide

      15 Marzo 2019 at 6:42 AM

      In realtà le parole di Ballard non lasciano dubbi, Indy è una squadra giovane e potenzialmente vincente, il prossimo anno un blocco considerevole di giocatori importanti saranno FA, guardando lontano si preserva il cap per non smantellare la squadra la prossima estate ma continuando nella crescita di un progetto

  2. IgorB

    14 Marzo 2019 at 10:13 PM

    Se la partenza di Amendola non mi stupisce più di tanto, non mi aspettavo quella di Gore (per Buffalo poi…) e tantomeno quella di Wake, dopo 10 stagioni. Davvero una bandiera che se ne va.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − dodici =

Di più Mercato NFL