Seguici su

NEWS NFL

NFL: i migliori e i peggiori delle Wild Card

Top e Flop: chi sono stati i migliori e i peggiori delle Wild?

  • 4’ di lettura

✅TOP 1: DERRICK HENRY, RB TITANS 

Partita straripante di Henry che grazie al suo atletismo e la sua fisicità domina da solo il confronto con la difesa di New England. Il running back dei Titans corre per 34 volte guadagnando 182 yd e segnan un touchdown, che sommato alle 22 ricevute portano a Tennessee un totale di 204 yd guadagnate da un singolo giocatore, il tutto in casa di una delle difese più forti della stagione. Una partita la sua che sarà ricordata a lungo e non solo a Nashville.

✅TOP 2: DK METCALF, WR SEAHAWKS

Il rookie dei Seahawks decide il match di Philadelphia con big play in momenti cruciali del match. Metcalf conquista 160 yd e segna un touchdown che spezza in due il match, nel quale mette in mostra la sua grandissima forza. Tuttavia il prodotto di Mississippi non è solo muscoli, infatti è sia un buon WR di possesso per Wilson che un target affidabile sul profondo. Non male il suo debutto in postseason.

✅TOP 3: DANIELLE HUNTER, DE VIKINGS 

Si è parlato troppo poco di Hunter, anche per quanto riguarda il premio di Defensive Player Of The Year, il defensive end di Minnesota terrorizza Brees per tutto il match mettendo a segno 2 placcaggi, 3 placcaggi assistiti, 1,5 sack ed un (cruciale) fumble ai danni del quarterback avversario nell’ultimo quarto. Senza le prestazioni di Hunter e Griffen forse i Vikings non sarebbero usciti vincitori dal Superdome.


? FLOP 1: TOM BRADY, QB PATRIOTS

Molti vedono la sconfitta dei Patriots come la fine dell’era Brady. Potremmo trovare un’infinità di attenuanti, ma è sotto gli occhi di tutti che da tempo il quarterback più vincente della storia sia indirizzato verso un declino nelle sue prestazioni. Brady non è mai entrato in partita contro i Titans, completando solo il 54% dei suoi passaggi, ma cosa più importante non ha mai dato l’impressione di poter tirare fuori il drive risolutivo, come spesso ci aveva abituati. Quel Pick-Six all’ultimo lancio oltre a essere l’azione che ha chiuso la partita rischia di essere anche l’ultima giocata di Tom Brady in maglia Patriots.

? FLOP 2: ALVIN KAMARA, RB SAINTS

Un Kamara al limite dell’irriconoscibile quello visto domenica contro Minnesota, il running back di New Orleans guadagna 21 yd su corsa e 34 su ricezione contribuendo in negativo alla sconfitta dei Saints. I Vikings hanno prevalso su di lui grazie a linebacker veloci, come Kendricks, che non hanno dato la possibilità ad AK41 di prendere velocità e seminare il panico come spesso lo abbiamo visto fare.

? FLOP 3: MATT MILANO, LB BILLS 

Arriviamo ora ad un giocatore che non ha disputato una brutta partita, ma che a causa di una giocata non riuscita ed al talento di Watson, ha di fatto regalato il match ai Texans. Siamo a metà campo con palla in mano per Houston, che con un field goal avanzerebbero al Divisional Round; Watson viene messo sotto pressione da Neal, arriva dal lato opposto Milano che fallisce clamorosamente il Sack e permette a Watson di trovare Jones che avanza per 34 yd. In questi attimi è racchiusa tutta la bellezza e la crudeltà del football.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + 19 =

Di più NEWS NFL